febbraio 15

LA CASSAZIONE SULLE FATTURE SOGGETTIVAMENTE FALSE

Il reato di dichiarazione fraudolenta mediante l’uso di fatture o di altri documenti per operazioni inesistenti si realizza ogniqualvolta la falsità ricada sul contenuto della fattura, qualora si documenti un’operazione non eseguita o eseguita in misura diversa da quella reale, o sull’indicazione dei soggetti tra cui è intercorsa l’operazione. In particolare, la falsità soggettiva si.