aprile 13

LA CASSAZIONE TORNA SUI RAPPORTI TRA CONCORDATO E FALLIMENTO

Con la pronuncia n. 9146 del 10 aprile 2017 le Sezioni Unite della Suprema Corte di Cassazione sono tornate sul tema dei rapporti fra fallimento e concordato dopo le statuzioni rese con la pronuncia n. 9935/2015. La sentenza costituisce un efficace compendio delle conseguenze che discendono dal rapporto di continenza che sussiste fra la procedura.

gennaio 31

IN DIMINUZIONE IL NUMERO DI FALLIMENTI

Prosegue il calo dei fallimenti delle aziende italiane. Nel 2016 sono scesi del 7 per cento nei primi undici mesi attestandosi a poco più di 1.000 al mese. In totale sono state 11.655 le procedure fallimentari aperte dalle imprese tra gennaio e novembre dello scorso anno, contro le 12.583 dell’analogo periodo dell’anno precedente. È quanto.

marzo 22

ONERE PROBATORIO PER L’IMPRESA DI CUI SI CHIEDE IL FALLIMENTO

L’imprenditore raggiunto da istanza di fallimento che, in sede di istruttoria prefallimentare, non presenti la situazione patrimoniale, economica e finanziaria non può sottrarsi alla dichiarazione di fallimento invocando semplicemente la propria natura di “piccolo imprenditore” (art. 2083 C.C.). Inoltre, la decorrenza degli effetti di cessazione dell’attività, non può essere ricondotta all’epoca di confezionamento dei documenti.

dicembre 4

LO SCHEMA DI LEGGE DELEGA DELLA RIFORMA FALLIMENTARE

Pubblicato lo schema di disegno di legge delega recante la “Delega al Governo per la riforma organica delle discipline della crisi di impresa e dell’insolvenza”, elaborato dalla Commissione ministeriale appositamente istituita dal Ministro della Giustizia (c.d. Commissione Rordorf). Il disegno di legge, che si compone di 15 articoli, tocca diversi profili della legge fallimentare. Queste,.