luglio 22

L’ASSUNZIONE DELL’ALTRUI DIPENDENTE INFEDELE

L’assunzione dell’altrui dipendente infedele non costituisce di per sé un’ipotesi di concorrenza sleale. Lo ha ribadito la Corte di Cassazione con la sentenza n. 13550 del 30 maggio 2017, la quale ha sostenuto che “Un imprenditore non pone in essere atti contrari alla legittima concorrenza per il solo fatto di avvalersi della collaborazione di soggetti.